Come preparare la vera pizza napoletana

Come preparare la vera pizza napoletana

Come preparare la vera pizza napoletanaLa vera pizza Napoletana

La pizza non ha bisogno di presentazioni perché è uno dei piatti italiani per eccellenza, rinomato ed apprezzato in tutto il mondo.

La pizza è infatti uno dei piatti made in Italy che hanno maggior fama all’estero ma non tutti sanno prepararla secondo la tradizione.

In questa ricetta scopriremo come preparare a casa la base per la vera pizza napoletana, con trucchi e suggerimenti.

Ingredienti per 4 persone:

450 g farina dalla grana non troppo fine, 2 g lievito di birra, 250 ml di acqua tiepida, 2 cucchiaini di sale.

Preparare la vera pizza napoletana:

mettere il lievito in una ciotola e stemperatelo con l’acqua tiepida.
Versatevi anche la farina, il sale e mescolare.
Trasferire la pasta sopra al piano di lavoro, precedentemente infarinato, ed impastare fino a quando si otterrà un panetto omogeneo ed elastico.
Trasferire il panetto in una terrina coperto con un canovaccio inumidito e far riposare per almeno 30 minuti.
Dividere il panetto in 4 parti, senza tirare la pasta.
Formare delle pallottole e coprire di nuovo con il canovaccio inumidito e far lievitare per 2 ore in luogo caldo (circa 30°).
Tirare le pallottole con le dita fino ad ottenere un disco tondo di 22 cm, un pò più alto ai bordi.
Mettere ogni disco ottenuto in una teglia tonda.
Condire la base per la pizza alla napoletana a piacimento (pomodoro, mozzarella, verdure, alici, funghi…) e cuocere in forno a 250° per 12/13 minuti.

Alcuni consigli che vi aiuteranno a preparare ed ottenere un’ottima vera pizza napoletana:

  1. Scegliete farine dalla grana non troppo fine (cercate di evitare la 00).
  2. Impastate la pizza con tanto anticipo: più a lungo durerà la lievitazione, migliore sarà il risultato. In tal modo l’impasto sarà più digeribile, dal sapore più delicato e dall’ottima fragranza.
  3. Prima di usare il lievito, fatelo sciogliere in un bicchiere di acqua tiepida e lasciatelo riposare per almeno 5 minuti prima di unirlo alla farina.
  4. Lavorate l’impasto della pizza con le mani per almeno dieci minuti. Se l’imposto sembra troppo asciutto aggiungete acqua tiepida. Se invece se sembra troppo umido, aggiungete qualche cucchiaio di farina.
  5. Prima di condire la base della pizza, stendete la pasta e lasciatela riposare nella teglia per un quarto d’ora almeno. Così riprenderà a lievitare, aumentando leggermente di spessore.
  6. Forno caldissimo: cuocete la pizza solo quando la temperatura del forno sarà molto alta.
Qual'è il vino migliore da abbinare con la pizza?

Al posto della solita birra, vi proponiamo una lista di imperdibili abbinamenti perfetti con la pizza:

1 – Pizza Napoletana: a Napoli nelle pizzerie si è sempre bevuto il Gragnano ma anche un buon prosecco va benissimo. Per esempio, un Valdobbiadene.
2 – Pizza Margherita: un vino bianco e delicato come lo Chardonnay
3 – Pizza marinara, semplice con aglio e pomodoro, si sposa bene con Lacryma Christi del Vesuvio o il Barbera d’Asti
4 – Pizza alla Diavola, con il salame piccante, si accosta bene con l’Amarone della Vapolicella
5 – Pizza Capricciosa o Quattro stagioni, con il Sangiovese Puglia
6 – Pizza ai Quattro formaggi, con Pinot Spumante Brut
7 –  Pizza Funghi e prosciutto: un buon vino rosso piemontese come il Barbaresco.

Lascia un commento

Chiudi il menu