SUONA IL GONG PER HONG KONG – DITE A CONTE E DI MAIO, CONVINTI CHE LA VIA DELLA SETA SIA UN’OPPORTUNITÀ, DI FARE UN GIRO A HONG KONG – IL “PORTO DEI PROFUMI” È CONDANNATO A DIVENTARE PARTE DEL CAPITAL-COMUNISMO CINESE, ALLA FACCIA DEGLI ACCORDI DEL 1984 CHE DOVEVANO GARANTIRE LA DEMOCRAZIA E LO STATO DI DIRITTO FINO AL 2047. LA CINA LI HA RISPETTATI SOLO FIN QUANDO LE È CONVENUTO – I MANIFESTANTI MASSACRATI DALLA POLIZIA E L’HACKERAGGIO DI TELEGRAM…

SUONA IL GONG PER HONG KONG – DITE A CONTE E DI MAIO, CONVINTI CHE LA VIA DELLA SETA SIA UN’OPPORTUNITÀ, DI FARE UN GIRO A HONG KONG – IL “PORTO DEI PROFUMI” È CONDANNATO A DIVENTARE PARTE DEL CAPITAL-COMUNISMO CINESE, ALLA FACCIA DEGLI ACCORDI DEL 1984 CHE DOVEVANO GARANTIRE LA DEMOCRAZIA E LO STATO DI DIRITTO FINO AL 2047. LA CINA LI HA RISPETTATI SOLO FIN QUANDO LE È CONVENUTO – I MANIFESTANTI MASSACRATI DALLA POLIZIA E L’HACKERAGGIO DI TELEGRAM…
Source: DagospiaPublished on 2019-06-14
Chiudi il menu